pubblicità e AI

L’intelligenza artificiale è entrata in maniera preponderante nella vita di ognuno di noi, grazie anche alla pubblicità. Questo è dovuto dalla sempre affermata tendenza alla personalizzazione richiesta da parte degli utenti durante il funnel di acquisto.

Uno studio del Boston Consulting Group ha scoperto che le personalizzazioni aumentano le vendite del 40% e la presenza di prodotti nel carrello del 110%.

Per poter catturare l’utenza c’è bisogno di modelli predittivi e di conseguenza di tecnologie che si occupino di generarli.

I tre più usati in campo pubblicitario sono:

  • reti neurali
  • machine learning
  • deep learning

Reti neurali

Si tratta di modelli matematici generati da reti neurali che mimano per certi versi la capacità di correlare le informazioni dell’intelletto umano. In campo pubblicitario vengono utilizzati per segmentare e generare modelli per rendere più fruibili i dati raccolti.

Machine learning

Si tratta di una branca dell’IA e si occupa di generare dei pattern (apprendimento) a partire dei dati, per poi riconoscerli così da riceverne vantaggi. In campo pubblicitario il machine learning viene utilizzato per comprendere e ottimizzare le campagne pubblicitarie online (ads).

Deep learning

Si tratta di un tipo specifico di machine learning applicato alle reti neurali per la modellazione predittiva. In sintesi analizza gli stessi dati mettendoli a confronto con argomenti e settori differenti, per estrarre modelli di dati in maniera più efficiente.

Come si usa la AI in pubblicità?

  • Creazione pubblicitaria: tramite il natural language processing è possibile creare ex novo un annuncio pubblicitario in target.
  • Performance: ottimizzazione delle applicazioni tramite intelligenza artificiale.
  • Rispetto delle KPI: un sistema di intelligenza artificiale può essere settato per centrare al meglio i KPI selezionati per raggiungere un dato target.
  • Fornitori: alcune aziende come Adobe e Wordstream si pongono come fornitori di strumenti per seguire le conversioni, ect.

Come si usa la AI in graphic design?

Nel settore grafico l’intelligenza artificiale riduce i tempi di creazione e migliora l’efficienza, senza considerare la possibilità di effettuare test A/B delle creazioni offerte.

Esempi facili da comprendere riguardano la creazioni di loghi selezionati dopo test A/B, creazione di immagini altrimenti irrealizzabili e layout con la giusta colorazione rispetto agli elementi della pagina di un sito.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *