Virtual Agency

Mailchimp: una guida per creare la tua Newsletter

Questo articolo è una guida che spiega come utilizzare al meglio Mailchimp; la guida si concentrerà sulla realizzazione di una campagna e sulla lettura della percentuale di apertura e di clic ricevuti dalla newsletter.

Cos’è Mailchimp?

Mailchimp è una piattaforma di e-mail marketing che nel corso del tempo si è evoluta da semplice servizio per l’invio di newsletter a qualcosa di più, che ha preso piede grazie a diverse soluzioni, che coprono tanto i bisogno di chi sta cercando una piattaforma gratuita che di coloro che vogliono qualcosa di diverso.

Logo di Mailchimp

Come tutti i servizi in cloud è richiesta la creazione di un account per poter accedere. I servizi sono pensati per poter ricevere i dati anche da CMS e siti web tradizionali, grazie all’implementazione di plugin o stringhe di codice.

Mailchimp viene sviluppato tramite una dashboard che comprende un menu grazie al quale è possibile operare all’interno dei tools messi a disposizione.

Le voci del menu sono:

Per maggiori informazioni su Mailchimp https://mailchimp.com/

Creare una campagna e-mail con Mailchimp

Il cuore di Mailchimp naturalmente riguarda la possibilità di creare una campagna incentrata sulle e-mail e sugli strumenti di raccolta dei dati sensibili, con la possibilità di utilizzare i dati presi in precedenza per continuare a lavorare sulle conversioni:

Tempo richiesto: 30 minuti.

Creare una campagna e-mail con Mailchimp

  1. Crea la campagna

    Clicca sulla voce di menu Campaigns > All Campaigns per visualizzare le campagne create in precedenza o per crearne una. Clicca su Create Campaign.

  2. Scegli la Campagna e-mail

    Seleziona e-mail dal popup che si apre e continua la selezione scegliendo tra regular (invio tradizionale con immagini e testo), automated (invio con trigger a disposizione) o plain-text (solo testo). Per questa guida selezioneremo automated, che è la scelta più complessa, visto che le due rimanenti sono pressoché identiche con qualche passaggio in meno.

  3. E-mail Automated

    Quando selezioni un’email automatizzata si aprono tante opzioni: alcune richiedono la presenza di un invio precedente, altri come il benvenuto ai nuovi abbonati, gli aggiornamenti automatici o gli auguri di buon compleanno si attivano automaticamente. Alcuni trigger richiedono che il plugin o il codice per implementare Mailchimp sui siti sia attivato, come accade per le automatizzazioni proprie dell’e-commerce.

  4. Invia una mail quando un utente riceve un tag

    Scegli dopo quanto tempo verrà inviata la email, quante volte verrà inviata e rispetto a quale condizione l’automazione si attiverà. L’audience utilizzata dalle campagne possono essere frammentate e targettizzate grazie all’utilizzo dei tags. Uno degli utilizzi più comuni delle automatizzazioni è inviare una e-mail quando un utente viene inserito all’interno di un gruppo / tag. In questo modo sarà possibile inviare dei messaggi specifici e trattare i feedback selettivamente, così da raccogliere dati sui comportamenti degli utenti e migliorare le proprie campagne. Per creare una catena di automazioni è necessario possedere un account Premium.

  5. Selezionare il template della e-mail

    Seleziona il template da utilizzare per la e-mail tra i temi offerti gratuitamente, i template salvati precedentemente e la grafica utilizzata per le campagne utilizzate in precedenza. Se nessuna di queste opzioni ti soddisfa, puoi creare da codice il template che preferisci

  6. Creare il design della e-mail

    Una volta selezionato un template sarà possibile continuare a modificarlo. Utilizza il pannello a destra per aggiungere o modificare elementi. Esistono dei codici specifici per inserire i dati presenti nel tuo profilo, così da evitarti di inserirli a mano. Quando crei un elemento specifico come il footer, troverai questi codici già inseriti. Una volta terminata questa sezione clicca su Save and Continue.

  7. Check degli attivatori

    Una volta terminati tutti i passaggi, il sistema controlla che ci siano le condizioni per inviare. Nel caso non fosse così, compariranno uno o più segnali di errore che vi indicheranno cosa migliorare.