SEO su Amazon e A9

Amazon è il più grande store al mondo, abbastanza grande da aver bisogno di un complesso motore di ricerca per permettere agli utenti di trovare quanto desiderato, A9.

Come ogni motore di ricerca avanzato, A9 ha bisogno di algoritmi complessi per determinare la posizione di un prodotto, in modo da massimizzare la visibilità dei prodotti più venduti o più cercati.

Com’è ovvio quindi, è possibile ottimizzare il posizionamento di un prodotto su Amazon grazie ad operazioni di SEO specifiche, uniche e relative alle regole algoritmiche di A9.

Che cos’è l’algoritmo Amazon A9 e come funziona?

Amazon A9 usa un algoritmo di classificazione che influenza la posizione dei prodotti per una determinata parola chiave nella pagina dei risultati del motore di ricerca di Amazon. Sebbene i fattori algoritmici non siano definiti esplicitamente, l’algoritmo A9 sembra classificare i prodotti in base alla cronologia delle prestazioni di vendita, alla pertinenza delle corrispondenze di testo, al prezzo e alla disponibilità del prodotto.

La cronologia delle prestazioni di vendita viene definita dalla Dashboard interna dell’account Amazon e raccoglie tutti i dati riguardanti la velocità di spedizione del prodotto, di risposta ai clienti, e molti altri indicatori, abbastanza da richiedere uno specialista per mantenerle ad un livello ottimale.

La pertinenza delle corrispondenze di testo riguarda la descrizione del testo, il prodotto e i vari titoli presenti nella scheda prodotto. Sebbene non ci siano indicazioni chiare su penalizzazioni dovute a keywords stuffing, non ce ne sarebbe neppure il bisogno, visto che una scheda prodotto “contraffatta” non incontrerà sicuramente i gusti della clientela.

Riguardo il prezzo credo ci sia poco da dire, mentre per quanto riguarda la disponibilità del prodotto indica la necessità di Amazon di avere un certo numero di prodotti vendibili, e di cui venga anche segnalata la data di re-stock.

Come analizzare le keywords su A9

In maniera analoga agli altri motori di ricerca, anche su A9 è possibile analizzare il traffico passante per una keyword. A differenza di Google però, il numero di tools che si occupano di questa operazione è basso e la maggior parte sono a pagamento.

L’analisi della keyword comporta invariabilmente l’analisi degli Store che la trattano; in un mondo in cui esiste un solo intento di ricerca, transazionale, è certo che gli strumenti richiesti siano più “aggressivi”.

Da questo punto di vista Merchantwords si presenta come uno degli strumenti più professionali e affidabili. Per un po di tempo ho utilizzato strumenti gratuiti (freemium), ma li ritengo utili solo per piccoli exploit all’interno del motore di ricerca, giusto per saggiare il mercato.

Fattori indiretti di posizionamento su A9

Tutti i segnali di posizionamento vengono definiti come fattori diretti, ma non sono gli unici esistenti.

Sebbene meno chiari da identificare, esistono anche dei fattori indiretti di posizionamento:

  • Metodi di consegna
  • Contenuti Premium
  • Recensioni
  • Immagini
  • Pubblicità
  • Promozioni

Sebbene abbia indicato diversi punti, si tratta comunque di un’unica indicazione declinata in più modi: interazione con il pubblico.

Qualsiasi strumento permetta l’interazione con la scheda prodotto, che sia la pubblicità interna o le interazioni (recensioni, feedback della consegna) degli utenti, in ogni caso la presenza di un traffico che cerca o semplicemente che atterra sul contenuto è importante.

Da questo punto di vista anche le affiliazioni Amazon possono attirare grazie ad eventuali promozioni interne allo Store

Da questo punto di vista quindi le immagini non influenzano solo l’utente all’interno di Amazon e soggetto alle regole di A9, ma anche agli utenti esterni che vedono i link di affiliazione.

Come controllare il ranking delle keywords di A9

La vista dei contenuti inseriti su Amazon non è certa; non vi è alcuna garanzia che i tuoi dati verranno visualizzati su una SERP di Amazon. A9 mostra quello che ritiene essere il miglior contenuto da visualizzare per la vendita di quel prodotto, seguendo i suoi algoritmi.

Una leggera eccezione a ciò è per i marchi che fanno parte del registro dei marchi di Amazon. Questo programma consente ai venditori che fabbricano o vendono i propri prodotti di marca di avere una maggiore autorità sul contenuto della scheda dei prodotti.

Amazon Brand Registry consente ai marchi di:

1) Influenza le informazioni del prodotto per i prodotti di marca

Come proprietario di un marchio registrato, le informazioni che inviano alle pagine dei dettagli del prodotto per i prodotti a marchio registrato vengono visualizzate automaticamente, il che aiuta i marchi a specificare i titoli, i dettagli, le immagini e altri attributi corretti per i loro prodotti.

2) Elencare i prodotti senza UPC o EAN

La registrazione di un marchio consente ai produttori di specificare un attributo chiave alternativo che possono utilizzare per elencare i prodotti con marchio anziché un ID prodotto standard.

Come ottimizzare i titoli

Amazon posiziona i titoli in vista di un acquisto, quindi l’unico modo per realizzare dei titoli performanti richiede un po di pratica e analisi dei concorrenti.

Quando gli acquirenti sono alla ricerca di un “cellulare Samsung”, è probabile che digitino la loro query nella barra di ricerca di Amazon anziché filtrare attraverso la sezione delle categorie. Le parole chiave vengono quindi confrontate con i termini di ricerca inseriti dal SEO all’interno della scheda prodotto.

La maggior parte degli acquirenti cerca direttamente un prodotto, quindi è importante sviluppare titoli e descrizioni dei prodotti ottimizzati per distinguersi nella pagina dei risultati dei motori di ricerca di Amazon e posizionarsi rispetto alla concorrenza.

Secondo Amazon, “Il numero di visualizzazioni per una pagina dei dettagli del prodotto può aumentare in modo significativo aggiungendo anche solo un termine di ricerca in più, se è un termine pertinente e convincente”.

Come creare un elenco di prodotti che verrà convertito

Un’ottima pagina di dettaglio, come mostrato di seguito, presenta accuratamente tutte le informazioni sul prodotto che un cliente vorrebbe e di cui avesse bisogno per prendere una decisione d’acquisto. Nel creare questi elementi della pagina di dettaglio, è fondamentale essere il più precisi possibile con le informazioni sul prodotto. I clienti vogliono sapere esattamente cosa stanno acquistando.

I componenti più importanti della scheda prodotto sono il titolo, i bullet point, cinque piccole frasi posizionate in maniera strategica per essere visibili, una descrizione accurata del prodotto, una bella immagine che mostri il prodotto ma non altre indicazioni di brands.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *