Virtual Agency

Come trasferire post, pagine e media su un sito WordPress

Trasferire post e pagine da un sito WordPress ad un altro è un bisogno spesso legato al copywriting o al SEO, ma può capitare a tutti di ingrandire un vecchio progetto o cambiarlo di dominio.

In questo articolo scoprirai come trasferire i contenuti WordPress su un’altra installazione, grazie ad una guida che descrive la soluzione indicandone i singoli punti in meno di 10 minuti.

Tempo richiesto: 10 minuti.

Trasferire i contenuti su un altro sito WordPress

  1. Esportare post, pagine e/o media da WordPress

    La funzionalità per esportare i contenuti WordPress è integrata in ogni installazione del CMS. Per iniziare la procedura bisogna seguire nel backend il seguente percorso: Strumenti > Esporta oppure, se utilizzate la versione in lingua inglese Tools > Export.

  2. Configurare l’esportazione

    Selezionare i contenuti da esportare. Le tipologie base sono: articoli, pagine, templates e media. Ma come si vede dall’immagine l’installazione di plugins può aumentare il numero di contenuti da esportare.

  3. Scarica il file XML di esportazione

    Premi Scarica il file di esportazione per ricevere il pacchetto di informazioni selezionato. Il formato di esportazione è l’XML; il tipo di file viene chiamato WordPress eXtended RSS o WXR, ed è compatibile con qualsiasi formato che possegga i formati selezionati. Se il file viene aperto come un editor, si presenta ordinato e teoricamente è anche possibile modificare a mano titoli e altro.

  4. Importazione dati su WordPress

    Il sistema di importazione su WordPress si trova nel backend alla voce Strumenti > Importa, e può essere utilizzato sfruttando i file esportati da altre installazioni WordPress, ma anche grazie ai formati di esportazione di Tumblr, RSS, Movable Type, Typepad, LiveJournal, e i blg di Blogger

Attenzione ai contenuti duplicati

Trasferire i post, gli articoli e i media su un altro sito non significa duplicarli. Sebbene il numero di copie degli articoli possa essere molteplice, Google percepisce eventuali copie come contenuti duplicati.

I contenuti duplicati danneggiano tutti i siti che li contengono, senza una reale discriminazione tra il creatore dei contenuti e i duplicati. E’ possibile controllare se i propri contenuti sono duplicati utilizzando software specifici, come Copyscape.

Plugin per l’esportazione avanzata

Esiste la possibilità di effettuare un’esportazione avanzata, utile per generare un feed valido per WooCommerce, esportare ordini, e perfino esportare le query SQL.

Uno dei plugin più usati è Export any WordPress data to XML/CSV ed è gratuito. Permettendo l’esportazione in formati diversi dall’XML, come il CSV, è possibile adoperare lo strumento per creare delle esportazioni adattabili ad altri formati.

In alcuni casi è possibile tradurre il feed generato direttamente con software ad hoc, come https://wordpress.org/plugins/fg-magento-to-woocommerce/ che si occupa di convertire il formato utilizzato da Magento all’interno di WooCommerce.